Pubblicazioni

LE VARIE FORME DELLE BORSE LAVORO DEL COMUNE DI ROMA – 2007

L’obiettivo della ricerca è stato quello di leggere tutto quello che sono le “Borse lavoro “ dei Servizi Sociali per avere una visione più chiara.
Principalmente il valore di questa ricerca risiede nel fatto che fino ad oggi, per quanto le esperienze delle borse lavoro nei municipi romani hanno assunto un peso e una importanza via via crescente, una fotografia sul tema non era ancora stata realizzata; in secondo luogo altro valore aggiunto è rappresentato dal fatto che questa ricerca è stata pensata e realizzata da Assistenti Sociali che si sono occupate e/o si occupano attualmente della gestione delle “borse lavoro” ; quindi, il quadro raffigurato è una rappresentazione molto reale perché è stata attuata proprio dai professionisti che conoscono direttamente i limiti e le possibilità dell’Amministrazione Pubblica, dei soggetti del territorio coinvolti nei progetti, e delle persone con le quali vengono portati avanti tali percorsi.
L’opportunità offerta è quella di aver ascoltato e raccolto le descrizioni di chi sul territorio, lavora quotidianamente con i cittadini, riportando un malessere di fondo colto nei colloqui con gli operatori che operano sul territorio circa lo scarto che spesso esiste tra l’utenza dei servizi sociali e le innumerevoli iniziative attivate con l’obiettivo di sostegno alle “fasce deboli.
Le politiche di sostegno all’occupazione, e tutti gli innumerevoli progetti attivati nel territorio di percorsi di tirocini rivolti alle varie categorie : donne, immigrati, over45, senza fissa dimora, alcolisti, indultati, o tossicodipendenti, ecc., con tutti i loro requisiti specifici, lasciano fuori gran parte dei cittadini che per varie problematiche sono seguiti dai servizi sociali.


 

donnemigrantiimpresapossibile

Mettersi in cammino verso terre lontane, attraversare montagne o mari e tutte le paure che accompagnano spesso chi lascia molto, oppure tutto. Nel sorriso delle donne immigrate che hanno lasciato nelle proprie terre tutto quello che non hanno potuto o voluto portare c’è qualcosa di misterioso. Ieri è stato spesso dolore e fatica, a volte guerra; oggi serve sempre a preparare qualcosa che servirà un giorno; e il domani comprende spesso un mare di difficoltà. Eppure … quel sorriso non si spegne, né la voglia di tentare sempre di costruire: una famiglia, un’impresa, un progetto, una festa La bussola che guida le donne che intraprendono questo percorso sembra essere quella capacità di vedere e di saper rispondere alla realtà e alle sue sfide. L’incontro con queste donne ti mette voglia di contaminarsi e di imparare questa loro capacità di vedere e di sapersi avvicinare alla realtà, consapevoli del fatto che per costruire si parte sempre da lì. Autore: Patrizia Giganti, Maria F. Iorio, Daria Maggio, Stefania Wyss Editore: Aemme Publishing Anno: novembre 2011 Edizione: prima ISBN: 978-88-96252-16-1

 

 

Il volume può essere richiesto gratuitamente all’associazione scrivendo a
obiettivopsicosociale@gmail.com

 

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>